Il trattamento per grave gastrite

Sommario

Questo documento fornisce una guida per il trattamento antivirale di infezione umana con il virus dell’influenza A nuovi associati al morbo di gravi in ​​soggetti umani; questi virus attualmente includono virus influenzale A (H7N9) e l’influenza aviaria A virus altamente patogeno (H5N1). 1

Questa guida riflette recentemente aggiornato nuova influenza A Case definizioni (vedi la definizione dei casi H7N9 e H5N1 definizioni caso).Questa guida raccomanda il trattamento antivirale più presto possibile per tutti i casi ospedalizzati di infezione umana da virus dell’influenza A nuovi associati a malattie umane gravi, e per i casi ambulatoriali confermati e probabili. 2 casi ambulatoriali sotto inchiesta che hanno avuto di recente stretto contatto con un caso confermato o probabile di infezione umana con un nuovo virus influenzale A che può causare malattie gravi dovrebbe ricevere un trattamento antivirale, mentre i casi ambulatoriale in riunione di indagine solo i criteri di esposizione di viaggio per un caso sotto indagini non sono raccomandati a ricevere un trattamento antivirale. (Per indicazioni sulle indagini di contatti stretti di casi confermati o probabili, vedere la Guida intermedio di follow-up dei contatti stretti di persone infette con Novel Influenza A virus associati al morbo di gravi in ​​soggetti umani e l’uso di antivirali farmaci per chemioprofilassi.)

sfondo

Simile a virus stagionali, più l’influenza A (H7N9) e virus A (H5N1) sono sensibili agli inibitori della neuraminidasi (oseltamivir, zanamivir e peramivir), ma resistente agli adamantadine (amantadina e rimantadina). Pertanto, amantadina e rimantadina non sono raccomandati per il trattamento della nuova influenza A infezioni da virus.

raccomandazioni

I pazienti ospedalizzati

  • L’inizio del trattamento antivirale con un inibitore della neuraminidasi è raccomandato il più presto possibile per i pazienti ospedalizzati che siano confermati casi, i casi probabili, o casi oggetto di indagine di infezione umana da virus dell’influenza A nuovi associati alla malattia gravi in ​​soggetti umani, anche se più di 48 ore ha trascorso dalla comparsa della malattia.
  • Per i pazienti ricoverati e ambulatoriali con malattia grave, complicato, o progressivo (ad esempio, lo sviluppo di polmonite), il trattamento con oseltamivir per via orale o enterically somministrato è raccomandato. 3 zanamivir per via inalatoria non è raccomandato a causa della mancanza di dati per l’uso in pazienti con grave influenza. Ci sono anche dati sufficienti per quanto riguarda l’efficacia della via endovenosa (IV) peramivir per i pazienti ospedalizzati.
  • trattamento antivirale non dovrebbe essere ritardata in attesa che i risultati dei test di laboratorio. (Per informazioni riguardanti la raccolta e l’analisi di laboratorio, consultare la Guida intermedio di Raccolta, lavorazione, e test per i pazienti con sospetta infezione con Novel Influenza A virus associati con la malattia grave negli esseri umani.)
  • La dose standard di oseltamivir è di 75 mg due volte al giorno per 5 giorni. Tuttavia, la durata ottimale e la dose sono incerte per l’influenza grave o complicata. virus dell’influenza A (H5N1) e A (H7N9) hanno dimostrato di essere associati con carichi di virus più elevati e la replicazione virale più sostenuta (in particolare nel tratto respiratorio inferiore) rispetto l’influenza stagionale [23. 26. 28-30]. In attesa di ulteriori dati, più lunghi cicli di trattamento (ad esempio 10 giorni) devono essere presi in considerazione per i pazienti gravemente malati ospedalizzati con infezioni da virus dell’influenza un romanzo che causano la malattia grave.
  • Il giudizio clinico e test virologico di campioni del tratto respiratorio inferiore mediante RT-PCR dovrebbero guidare le decisioni da prendere in considerazione regimi di trattamento più lungo di 5 giorni per i pazienti con malattia grave e prolungata. Per i pazienti con malattia del tratto respiratorio inferiore, i campioni del tratto respiratorio inferiore, come liquido di lavaggio broncoalveolare o endotracheale aspirato sono preferiti; un orofaringeo (gola) tampone possono essere raccolte se i campioni delle basse vie respiratorie non sono disponibili. campioni del tratto respiratorio inferiore possono produrre la diagnosi quando la sperimentazione di campioni del tratto respiratorio superiore produce risultati negativi. Molteplici i campioni del tratto respiratorio raccolti in giorni diversi dovrebbero essere testati se romanzo influenza A infezione da virus associato con grave malattia si sospetta senza un’altra diagnosi definitiva.
  • Più lunghi regimi di trattamento potrebbero essere necessari in persone gravemente immunocompromessi (ad esempio trapianto di cellule staminali ematopoietiche) che possono aver prolungato la replicazione virale influenzale. Tali pazienti sono a rischio di sviluppare il virus antivirali resistente.
  • Una dose maggiore di oseltamivir è stato raccomandato da alcuni esperti (ad esempio 150 mg due volte al giorno in adulti con funzione renale normale invece dello standard 75 mg due volte al giorno) per il trattamento dell’influenza nei pazienti immunocompromessi e nei pazienti gravemente malati ospedalizzati [31]. Tuttavia, orale o enterically oseltamivir somministrato è stato segnalato per essere adeguatamente assorbiti negli adulti in condizioni critiche, con dosi standard produrre livelli ematici terapeutici [32]. Anche se la dose più alta è stato generalmente ben tollerato e non associato ad eventi avversi gravi, dati limitati indicano che il dosaggio più alto non può fornire ulteriori benefici clinici per l’influenza stagionale e pandemica per 2.009 influenza A (H1N1) [33. 34]. Gli studi indicano che l’esposizione all’oseltamivir carbossilato (il metabolita attivo di oseltamivir) è simile tra i soggetti obesi e non obesi sia per i 75 mg e 150 mg dosi somministrate due volte al giorno [35-37].
  • Dati limitati suggeriscono che oseltamivir somministrato per via orale o con la metropolitana Oro / naso gastrico è ben assorbita nei pazienti di influenza in condizioni critiche. compresi quelli nel reparto di terapia intensiva, in terapia sostitutiva renale continua, e / o in ECMO [32. 38-44]. Tuttavia, per i pazienti che non possono tollerare o assorbire oseltamivir per via orale o enterically-somministrato a causa di sospetta o nota la stasi gastrica, malassorbimento, o sanguinamento gastrointestinale, si deve considerare l’uso di IV peramivir o sperimentale IV zanamivir.
    • Mentre gli studi hanno dimostrato beneficio di peramivir parenterale per il trattamento dell’influenza non complicata in pazienti ambulatoriali [11. 45], uno studio randomizzato di trattamento dell’influenza stagionale nei pazienti ospedalizzati di età compresa tra i 6 anni non è riuscito a dimostrare un significativo beneficio clinico per peramivir endovenosa più standard di cura rispetto al placebo più terapia standard. Tuttavia, peramivir era generalmente sicuro e ben tollerato alla dose di 600 mg una volta al giorno (10 mg / kg una volta al giorno nei bambini) per 5 giorni [46]. Se usato per il trattamento di pazienti ospedalizzati con nuovi virus dell’influenza A, questa dose di IV peramivir è consigliato per un minimo di 5 giorni (non una singola dose, come è raccomandato per pazienti ambulatoriali con malattia non complicata).
    • IV zanamivir è una, somministrata per via parenterale prodotto inibitore della neuraminidasi sperimentale disponibile solo per l’iscrizione in uno studio clinico in corso, o sotto un Investigational New Drug (EIND) richiesta di soccorso al produttore per uso compassionevole in adulti ricoverati e pazienti pediatrici con grave influenza. (Vedere Considerazioni CDC relativi a Investigational L’uso della endovenosa Zanamivir per 2014-2015 Influenza stagione.)
    • L’uso di zanamivir in combinazione con oseltamivir o peramivir non è raccomandato, sulla base di dati che suggeriscono antagonismo può verificarsi quando viene somministrato simultaneamente.
    • E ‘possibile che alcuni nuovi virus influenzali A possono diventare resistenti all’oseltamivir e peramivir durante il trattamento antivirale con uno di questi agenti e rimanere sensibili allo zanamivir [29. 47-50]. Se un paziente ricoverato in ospedale trattati con oseltamivir e / o peramivir manifesta malattie respiratorie inferiori progressiva, dovrebbe essere considerata la presenza di un virus resistente. Dopo la consultazione con la Divisione Influenza del CDC, indagato per resistenza antivirale deve essere eseguita. Oseltamivir o peramivir non deve essere interrotto fino IV zanamivir può essere avviata. (Vedere Considerazioni CDC relativi a Investigational L’uso della endovenosa Zanamivir per 2014-2015 Influenza stagione.)
    • Tutte le domande per quanto riguarda l’organizzazione di prova per resistenza antivirale, o per quanto riguarda la gestione clinica appropriata se la resistenza antivirale è una preoccupazione, devono essere indirizzate alla divisione CDC influenza attraverso il CDC Emergency Operations Center (770-488-7100).
    • ambulatoriali

      • L’inizio del trattamento antivirale con un inibitore della neuraminidasi è raccomandato il più presto possibile per i pazienti ambulatoriali che sono confermati casi, i casi probabili, o casi in esame in base a criteri di esposizione, comprensivi di contatto con una nuova influenza umana confermato un caso o l’esposizione non protetta in un laboratorio. Il trattamento non è attualmente raccomandato per la malattia senza complicazioni in pazienti ambulatoriali i cui criteri di esposizione si compone solo di viaggio per una zona con casi umani di H7N9 o H5N1, o dove questi virus sono noti per essere in circolazione negli animali (si veda la definizione dei casi H7N9 e definizioni H5N1 caso).
      • Per i pazienti ambulatoriali con malattia grave, progressiva, o complicato, si consiglia di oseltamivir. Per gli altri pazienti esterni, oseltamivir per via orale, zanamivir inalato o IV peramivir possono essere utilizzati. 3
      • Quando garantito, il trattamento antivirale deve essere iniziato al più presto possibile, anche se più di 48 ore è trascorso dalla comparsa della malattia. Per malattia causata dai virus dell’influenza A Novel associati con la malattia grave, il trattamento è raccomandato anche per le persone in buona salute, ma è particolarmente importante per quelli a più alto rischio di complicanze influenzali: questo include i bambini di 5 anni, con più alto rischio per quelle di età compresa tra 2 anni , adulti di età ≥ 65 anni, le donne incinte e le persone con determinate condizioni mediche di base. (Vedi l’elenco completo delle persone considerate a maggior rischio di complicanze influenzali nella Influenza antivirale Farmaci:. Riepilogo per medici)
      • Per pazienti ambulatoriali che sono confermati casi, i casi probabili, o casi oggetto di indagine con la malattia non complicata in cui la febbre è assente ed i sintomi sono quasi risolto, le decisioni di iniziare il trattamento antivirale dovrebbe essere basata sul giudizio clinico. Le persone che non sono trattati con i farmaci antivirali devono essere monitorati per la progressione della malattia.
      • la durata del trattamento raccomandato per l’influenza non complicata con un nuovo virus influenzale A associata alla malattia gravi in ​​soggetti umani è di due dosi al giorno di oseltamivir per via orale o zanamivir inalato per 5 giorni.
      • Per IV peramivir, ci sono dati sufficienti per l’uso in pazienti ambulatoriali con infezione da virus influenzale A Novel che causano la malattia grave. La raccomandazione per la semplice influenza stagionale è una dose di IV peramivir per 1 giorno. Per il trattamento di nuovi virus dell’influenza A, una singola infusione IV non è raccomandato. Fino prove è disponibile, se viene scelto trattamento peramivir, dovrebbe essere dato per almeno 5 giorni.
    • zanamivir per via inalatoria non è raccomandato per le persone con malattia di base delle vie aeree (ad esempio asma o broncopneumopatia cronica ostruttiva).
    • CDC continuerà a valutare nuove informazioni non appena disponibili e aggiornerà questa guida, se necessario. Informazioni aggiornate saranno fornite sul sito influenza aviaria del CDC.

      1 La presente guida ha lo scopo di affrontare le infezioni umane con virus influenzali un romanzo che causano la malattia grave o progressiva in soggetti altrimenti sani con conseguente ospedalizzazione e / o la morte. Sono stati segnalati una serie di diversi sottotipi di virus influenzali romanzo A a causare grave polmonite e la morte, tra cui l’H5N1, H7N9, H7N2, H7N7, H9N2, H10N8, e virus H3N2v; Tuttavia, attualmente solo H5N1 e H7N9 hanno causato gravi malattie in un’alta percentuale di casi e sono stati riportati in un numero consistente.

      2 "ambulatoriale" in questo documento si riferisce a qualsiasi paziente in ambito ambulatoriale, compresi i servizi di emergenza, cure urgenti e altre cliniche.

      tavolo. Antivirali raccomandazioni per il trattamento in base al caso categoria definizione per infezione umana da virus dell’influenza A nuovi associati con la malattia grave. (Vedere la definizione dei casi H7N9 e H5N1 definizioni di caso.)

      Consigliato per tutti (ricoverati pazienti e ambulatoriali)

      Riferimenti

      1. studio randomizzato di efficacia e la sicurezza di zanamivir inalato in trattamento dell’influenza A e infezioni da virus B. The Mist (Gestione di influenza nelle Trialists nell’emisfero australe) Gruppo di studio. Lancet 1998; 352 (9144): 1877-81.

      2. Hedrick JA, Barzilai A, Behre U, et al. Lo zanamivir per il trattamento dei sintomi dell’influenza A e B di infezione nei bambini da cinque a dodici anni di età: uno studio randomizzato controllato. Il Pediatric malattia infettiva Journal 2000; 19 (5): 410-7.

      3. Hayden FG, Osterhaus dC, Treanor JJ, et al. L’efficacia e la sicurezza del zanamivir inibitore della neuraminidasi nel trattamento delle infezioni Influenzavirus. Gruppo di studio Influenza GG167. La rivista New England di medicina 1997; 337 (13): 874-80.

      5. Monto AS, Fleming DM, Henry D, et al. L’efficacia e la sicurezza del inibitore della neuraminidasi zanamivirin il trattamento dell’influenza A e infezioni da virus B. Il Journal of Infectious Diseases 1999; 180 (2): 254-61.

      6. Monto AS, Moult AB, SJ Sharp. Effetto di zanamivir sulla durata e la risoluzione dei sintomi influenzali. terapie cliniche 2000; 22 (11): 1294-305.

      7. Nicholson KG, Aoki FY, Osterhaus AD, et al. L’efficacia e la sicurezza di oseltamivir nel trattamento di influenza acuta: uno studio randomizzato controllato. Neuraminidasi Inhibitor Influenza Gruppo di trattamento investigatore. Lancet 2000; 355 (9218): 1845-50.

      8. Treanor JJ, Hayden FG, Vrooman PS, et al. L’efficacia e la sicurezza della neuraminidasi oseltamivir inibitore orale nel trattamento di influenza acuta: uno studio randomizzato controllato. US Oral Gruppo di studio della neuraminidasi. JAMA. il giornale dell’associazione medica americana 2000; 283 (8): 1016-1024.

      9. Whitley RJ, Hayden FG, Reisinger KS, et al. trattamento con oseltamivir orale dell’influenza nei bambini. La rivista malattie infettive Pediatric 2001; 20 (2): 127-33.

      29. de Jong MD, Tran TT, Truong HK, et al. resistenza all’oseltamivir durante il trattamento dell’influenza A (H5N1) infezione. La rivista New England di medicina 2005; 353 (25): 2667-72.

      48. Le QM, Kiso M, Someya K, et al. Influenza aviaria: l’isolamento del virus H5N1 resistente ai farmaci. Nature 2005; 437 (7062): 1108.

      • Ad alta patogenicità dell’influenza aviaria A (H5N2) virus
      • Ad alta patogenicità dell’influenza aviaria A (H5N8) virus
      • Ad alta patogenicità dell’influenza aviaria A (H5N1) virus
      • L’influenza aviaria A (H7N8) virus

      Avian virus dell’influenza A associati a malattie umane gravi attualmente sono i seguenti:

      Related posts

      • Il trattamento di gravi cervicale …

        I sintomi di spondilosi cervicale tendono a migliorare con il riposo. I sintomi sono più gravi al mattino e nuovamente alla fine della giornata. Se i risultati spondilosi cervicale della pressione sul midollo …

      • Il trattamento per gastrite cronica …

        Dal 1992, le lesioni gastrite cronica sono classificati secondo il sistema di Sydney. Stomaco biopsia, per verificare gastrite e altre condizioni; Trattamento. Stomaco malattia – WOW.com stomaco …

      • Il trattamento per grave gastrite

        Il trattamento per gastrite nei bambini gastrite o l’infiammazione del rivestimento dello stomaco è una malattia che colpisce comunemente le persone anziane. Questo è principalmente a causa del diradamento di stomaco …

      • Capire BPCO grave, il trattamento per BPCO grave.

        DALIRESP è per gli adulti con grave malattia polmonare ostruttiva cronica (BPCO) per diminuire il numero di riacutizzazioni. DALIRESP non è un broncodilatatore e non deve essere usato per il trattamento di improvvisa …

      • Il trattamento per la BPCO Molto Grave, quattro stadi della BPCO.

        Aggiornato 20 mag 2016 Global Initiative for Lung Disease ostruttiva (GOLD) raccomanda linee guida di trattamento specifici per ogni fase della malattia. Qui ci sono i trattamenti consigliati per …

      • Opzioni di trattamento per gastrite …

        Gastrite nei cani è una malattia comune nel mondo canino. A causa delle sue a volte indiscriminati abitudini alimentari oa causa di un altro irritante come la malattia, i prodotti chimici o reazioni avverse …