L’arte del bonsai Project – The …

L'arte del bonsai Project - The ...

I principi di buona Bonsai design

da Robert Steven

Il seguente articolo è un estratto dal nuovo libro di Robert Steven, "Missione di trasformazione." Siamo molto orgogliosi di offrire ai nostri lettori un assaggio in questo meraviglioso seguito al primo libro di Robert, "Vision of My Soul" e ci auguriamo sinceramente che vi piaccia tanto quanto abbiamo. Per ordini anticipati di "Missione di Trasformazione" andare a www.stonelantern.com

Dal momento Bonsai è simile ad altre forme d’arte, come la pittura, la scultura o le arti grafiche, gli stessi principi di progettazione utilizzati in queste forme possono essere apprese e applicate ai bonsai. Molti artisti bonsai usano questi principi intuitivamente e inconsciamente, senza sapere che lo stanno facendo. I risultati di applicazione intuitiva e subconscio di principi artistici potrebbe essere buono, ma se questi principi sono implementati consapevolmente e in modo costruttivo, i risultati possono essere ancora migliore e più convincente.

Immaginate mentre si sta imparando a cucinare, cucinare pollo al curry e tua moglie commenti che non ha un sapore così buono come quello che si aveva in ristorante indiano lo scorso fine settimana. Sai esattamente cosa intende, ma non avete idea di come creare lo stesso gusto esatto, perché non si sa ciò che ogni ingrediente fa al gusto o come combinazioni di ingredienti lavorano insieme. Libri di cucina sono di alcun aiuto, in quanto tutti danno diverse ricette di curry senza spiegazioni per quanto riguarda il ruolo ogni ingrediente gioca nel prodotto finito.

E ‘facile dire che tutto ciò che si cucina, è necessario un buon sapore; ma per creare un piatto che è buono, si deve prima imparare ciò che ogni ingrediente si aggiunge al gusto e come molteplici ingredienti lavorano insieme al fine di creare qualcosa che è buono. La cucina è arte così, ma è anche una scienza, la scienza della chimica, in cui abbiamo bisogno di imparare il contributo di ogni ingrediente a gusti specifici. Questa conoscenza deve essere descrivibile e learnable, anche se uno ha talento intuitivo cottura.

Beethoven compose la sua celebre capolavoro Nona Sinfonia mentre stava perdendo il suo udito e la leggenda della prima donna medico di corte della dinastia Joseon della vecchia Corea, Jang Geum-ha vinto il concorso cousine reale mentre lei stava perdendo la sua capacità di gusto. Queste storie e molti altri esempi come sono tutti di padroneggiare la scienza e dei sensi.

Una buona progettazione dei bonsai dovrebbe essere artisticamente bello, con indizi orticole convincenti, e dovrebbe trasmettere un messaggio tematica. Esaminando gli indizi orticole, implichiamo fisiologia vegetale, albero morfologia e fattori ambientali. In questo articolo, parleremo di come progettare un buon bonsai utilizzando principi di progettazione per raggiungere bellezza artistica. Se siamo in grado di integrare con successo questi due aspetti, sarà facilmente creato il messaggio tematica e comunicato agli spettatori.

Progettare bonsai è tutto sulla composizione utilizzando i componenti della composizione di bonsai. I componenti della composizione del bonsai sono le radici, tronco, rami, palchi, corona, contenitori e accessori (roccia, erba, muschio, suolo, ecc). Composizione è il posizionamento o la disposizione di questi componenti in modo unitario all’interno del lavoro, che si traduce in una creazione che è esteticamente piacevole per gli occhi, e che dà un senso di armonia allo spettatore.

Tutti i componenti di progettazione dei bonsai hanno determinate caratteristiche estetiche della linea, la forma, consistenza e colore. Ora ci porterà questi elementi gestendo il lavoro al fine di creare una buona composizione utilizzando i principi del design.

Prima di iniziare a lavorare su un progetto, dobbiamo sempre iniziare con un’idea. In bonsai, non dovremmo essere troppo ossessivo con un certo disegno in anticipo, ma un’idea generale dovrebbe essere trovata all’interno del materiale bonsai ci accingiamo a lavorare. Questo perché il nostro compito è quello di esplorare il carattere albero attraverso il processo di trasformazione per ottenere l’immagine di un albero maturo o post-matura. Con questo in mente, usiamo le caratteristiche fisiche esistenti come i componenti di progettazione disponibili e quindi creare altri nuovi componenti per essere organizzato per la composizione.

materiale bonsai ci offre le radici, il tronco, e forse un paio di rami, come i componenti di progettazione disponibili di base. Questi componenti hanno ciascuna i propri personaggi di base in linea, forma, consistenza e colore. Attraverso l’osservazione attenta, siamo in grado di trovare l’idea di design che meglio si adatta il materiale e poi fare il passo successivo, che è quello di formare nuovi rami che formeranno la ramificazione e la foliazione. L’idea progettuale deve includere considerazioni di fenomeni naturali, indizi orticole, fisiologia vegetale, albero morfologia, e fattori ambientali.

Il principi di progettazione siamo:

Equilibrio

L’equilibrio è la parità di sensazione di peso nella percezione. Equilibrio in una forma d’arte non può davvero avere reale o fisico equilibrio, ma piuttosto l’illusione di equilibrio, che viene indicato come l’equilibrio ottico o equilibrio visivo. In bonsai, la forma e la posizione delle radici, il tronco, il posizionamento dei rami, la configurazione di palchi, la corona e il contenitore determineranno l’equilibrio visivo della posa complessiva dell’impostazione bonsai. Tuttavia, il contenitore agisce più come illusione di ancoraggio che conferisce stabilità visiva per l’albero in modo che l’albero non sembra essere in pericolo di ribaltarsi o cadere.

equilibrio asimmetrico si crede di essere il migliore nella composizione perché suggerisce una sensazione più dinamico che è meno noioso. La stessa convinzione vale per tutti gli stili bonsai con l’eccezione di alcuni stili come formale e informale in posizione verticale.

Ci sono i saldi orizzontali, verticali e radianti nel design. In bonsai, lavoriamo sui saldi orizzontali approssimativi. Verticalmente, diamo più peso alla parte inferiore, in particolare con il contenitore, per creare l’immagine di stabilità. equilibrio radiale è importante bonsai pure, in cui tutti i componenti sono distribuiti attorno al centro o in primavera dalla linea urbana.

Fotografia per gentile concessione di Soekimto

La piccola roccia nera sta equilibrando la corona pesante e dà un’immagine più solida alla base del tronco in bilico verticale.

La roccia è molto ingombrante, ma il fogliame verde brillante dà un buon equilibrio contatore.

Fotografia per gentile concessione di Walter Pall

Il piccolo Deadwood sulla destra sta equilibrando la composizione albero. Sebbene il deadwood è di un colore più chiaro, il movimento riga “complicato” svolge il ruolo di equilibrio meglio se fosse una linea retta.

Il contorno “grezzo” del fogliame è bilanciare la consistenza morbida del piatto.

Fotografia per gentile concessione di Rudi Julianto

Il baldacchino più piccolo posto più lontano a sinistra è il bilanciamento del grande oggetto al centro.

Le punte di puntamento dei rami stanno disegnando la nostra direzione visiva e trasferire il peso visivo dal lato destro verso sinistra.

Movimento e ritmo

Il movimento è il percorso direzionale dei nostri occhi o il flusso di visualizzazione quando osserviamo un’opera d’arte. Disponendo i componenti e gli elementi in certo modo di disegno, in grado di creare una forza di movimento o di controllare la direzione dell’occhio dell’osservatore viaggia lungo il percorso visivo del disegno. In bonsai, questo movimento può essere creato con la linea del tronco in direzione ramo, forma fogliame, o anche la posizione del contenitore.

La ripetizione di palchi simili crea il movimento di questo albero.

La disposizione linea di ramoscelli crea un’illusione del moto del vento che soffia catturato in “fermo”

Il movimento può essere creato con tre tipi di linee:

linea attuale. Una linea vera e propria, come il tronco o il ramo.

  • Linea implicita. Non una vera linea, ma un percorso visivo creato dalla disposizione o forma dei componenti per l’occhio di viaggiare lungo il disegno. Esempi potrebbero essere la configurazione di palchi, la posizione del tronco o il posizionamento dei rami.
  • Linea psichica. Questa linea è invisibile all’occhio ed è una linea psicologico creato per disegnare e dirigere la nostra visione. Un esempio sarebbe le punte rivolte di fogliame che possono dirigere i nostri occhi per spostarsi da un lato all’altro lato. [/elenco]

Il tronco e rami hanno le linee reali per mostrare il movimento nella struttura. La forma dei palchi crea una riga implicita per migliorare il movimento verso destra e la composizione complessiva crea una linea psichica per dirigere il flusso visivo da sinistra a destra. Di conseguenza, l’albero mostra un movimento molto dinamico.

enfasi

Accento è il concentrando previsto o evidenziando una particolare caratteristica del disegno, che ha lo scopo di creare un punto focale o punto di interesse. In bonsai, questa enfasi può essere sovradimensionate radici, il tronco, rami secchi, o qualsiasi altra caratteristica unica che si distingue per un motivo o un altro. Potrebbe essere l’area più complessa o semplicemente un improvviso cambiamento di direzione della linea, forma o dimensione.

La roccia over-size enfatizza il tema di un albero che “cresce sulla roccia”

Semplicità

La semplicità è l’eliminazione di elementi o dettagli non essenziali. Alcune caratteristiche che non stanno contribuendo alla essenza del disegno, o che possa distrarre dal interessi, possono essere eliminati. Tali caratteristiche possono distrarre dal punto focale o prestare un impatto negativo per la bellezza complessiva.

Fotografia per gentile concessione di Sandro Segneri

Questo è un buon esempio di semplicità in bonsai che mostra un punto di riferimento molto chiaro. Solo i componenti importanti sono esposti in modo molto efficiente ed efficace.

Contrasto

Il contrasto è la differenza tra o opposizione dei vari elementi. Il contrasto può creare interesse visivo e aggiungere variazioni al disegno. Troppo somiglianza farà il design monotono e poco interessante, ma troppi contrasti sarà confusione, quindi il contrasto deve essere utilizzato in modo corretto, al fine di esaltare la bellezza.

Contrasto in bonsai può essere trovato sulle linee e la forma del tronco e foglie, il colore delle foglie e fiori, il colore della corteccia e la consistenza, tra i rami secchi e le vene in tensione, tra la roccia e l’albero, o anche nel colore della muschio contro la superficie del terreno.

Fotografia per gentile concessione di Walter Pall

Il contrasto nel colore tra le foglie e il tronco, e il colore neutro del piatto rende questo bonsai variano affascinante e interessante.

Proporzione

Proporzione è la relazione o il rapporto di confronto degli elementi di dimensioni o quantità. In bonsai, proporzione può fare riferimento alla condizione anatomica di un albero maturo o post-maturo; questo è quello che io chiamo l’equilibrio anatomica, che è la proporzione dimensioni del tronco, rami, rami e ramoscelli terziarie. Può anche essere la relazione o il confronto tra gli altri componenti, come erba, muschio, roccia, contenitore, o accessori.

Un problema proporzionale, che non è mai completamente risolto in bonsai, è la dimensione delle foglie, ma utilizzando semplicità può minimizzare questo problema, come con l’affinamento dei palchi. La dimensione di fiori e frutti in bonsai potrebbe essere un problema pure, ma solo in una certa misura. A causa di predisposizioni genetiche, fiori e frutta sono impossibili da ridurre in modo sostanziale in termini di dimensioni, ma questo è generalmente accettato per scopi decorativi o accentuazione. In generale, dobbiamo ricordare che se c’è qualche componente “sproporzionato”, sembrerà di essere in rapporto con altri componenti e il disegno complessivo non sembrano essere in armonia.

Fotografia per gentile concessione di Hastra

Sebbene non vi sia l’impressione di enfasi sulla base, la dimensione dei rami non è proporzionale adatta alla dimensione tronco come sarebbe previsto di un albero maturo. Così, anche se il fogliame è addestrato come un albero maturo e il piatto è proporzionalmente selezionata, l’immagine complessiva appare artificiale.

Percentuale in bonsai può creare prospettiva e dimensione; può anche sottolineare il punto focale prescelto. Buona proporzione bonsai può anche influenzare la dimensione illusione comparativa della struttura in relazione alla presentazione totale. Tra gli altri, uno dei componenti più importanti che devono avere buona percentuale è del contenitore. Il successo di una creazione bonsai può dipendere molto per avere il contenitore ideale per albero proporzione. Le dimensioni del contenitore può creare diverse sfumature, l’umore del tema, e può colpire il punto focale.

Spazio

Fotografia per gentile concessione di Walter Pall

Questo è un buon esempio di come dare spazio sufficiente per un design bonsai che rende l’aspetto molto naturale albero con la dimensione volumetrica chiaro.

Lo spazio a forma concava nella parte anteriore richiama l’oggetto più a schiena e crea primo piano. Il contorno terreno sovrapposizione crea l’illusione di spazi prospettici e lo spazio negativo nella composizione crea equilibrio armonia.

Unità

L’unità è il segno distintivo di un buon design. Tutti gli elementi e le componenti devono essere composti con integrità, in modo coerente, e applicato con successo con i principi del disegno in mente. Unity darà un senso di piacere visivo se tutti gli elementi e componenti sono disposti in armonia, complementari fra loro, e con un punto focale attraente, invece di competere per l’attenzione. Quando l’unità è raggiunto, il messaggio tematica verrà comunicata in modo più chiaro.

Buon equilibrio visivo, movimento ritmico, l’enfasi di un punto focale, la semplicità, il contrasto di colore, proporzioni anatomiche e la disposizione spaziale efficace farà un design bonsai aspetto armonioso nella composizione.

  • Pertinenza. Il carattere e la disposizione di tutti gli elementi e componenti devono essere rilevanti per il concetto e idea del disegno. Nel caso di bonsai, tutti dovrebbero fare riferimento alle indizi orticole, la fisiologia vegetale, la morfologia dell’albero, ei fattori ambientali che si adattano alla posa e il carattere della struttura.
  • Integrità. Tutti gli elementi e le componenti devono essere disposti a mostrare una relazione logica e connessione come un’unione ininterrotta. A volte abbiamo bisogno di usare il “terzo elemento” per colmare il collegamento tra due o più elementi che sono posti a parte o sembrano essere estranei. [/elenco]

Unità senza variazione è noioso, ma troppo variazione senza unità è caotico. Non applicare gli stessi principi anche per tutti i disegni bonsai, come si può essere più importante rispetto agli altri, a seconda dell’umore, la sfumatura, il carattere, e l’idea che vogliamo trasmettere. Una creazione può essere forte in equilibrio, un altro può essere forte in movimento, e un altro ancora può essere forte in enfasi.

Infine, non esitate a integrare propri tocchi personali come una firma della vostra personalità; senza questo, la creazione potrebbe soffrire di mancanza di carattere.

Related posts

  • Lavorare il tronco – Bonsai Empire, enorme albero bonsai.

    Il titolo di essere un dato di fatto, la questione che si pone è rapidamente; “Ciò che rende un grande tronco?” E solo marginalmente la seconda viene la domanda: “Come si fa a creare un grande tronco?”. Al fine di crescere …

  • Tipi di Bonsai, più semplice …

    Adornare la vostra casa e la vita con il tuo stile bonsai di scelta Ci sono diversi tipi di alberi bonsai, e quelli che si sceglie dipenderà da dove si vive, lo spazio che avete a lavorare …

  • ZELKOVA Bonsai Guida Cura, bonsai albero d’oro.

    Riassunto Ci sono diversi stili meravigliosi della Zelkova che fanno grandi bonsai. Ad esempio, il Elm Zelkova (Zelkova carpinifolia) e Zelkova giapponese (Zelkova serrata) sono due scelte migliori ….

  • Gli articoli bonsai Bonsai Journal …

    Immagini di Ruben Roig Bernado Testo italiano di Alessandra Cappelletti Tradotto da Marco Favero cura per Inglese, Andy Rutledge Sopra: Il risultato finale prevista del lavoro di Mr. Liporace su …

  • L’arte del bonsai, albero arte bonsai.

    Art of Bonsai Quando la domanda per i piccoli alberi diventato troppo grande per la fornitura, giardinieri giapponesi ha iniziato ad allenarsi bonsai da alberi autoctoni. Si forma gli alberi per dare loro l’illusione di età. L’arte di …

  • bonsai americani sfrenati Portland …

    Ryan Neil è il Rodin del bonsai americano. Invece di usare uno scalpello a forma di pietra, tiene le forbici e fili nelle sue mani per scolpire piccoli, pini selvatici, ginepri e altri alberi familiari in …